Start up femminili. Anche le mamme fanno impresa!

0

In vista dell’incontro di giovedì sera a Segrate, abbiamo chiesto alla nostra esperta Elena Giannopolo di darci qualche informazione utile relativamente all’imprenditorialità al femminile.
Ecco la sua intervista!

“A differenza di altri paesi europei, che agevolano il rientro della donna madre al lavoro, in Italia la donna si trova a dover affrontare scelte difficili tra famiglia e carriera. Sempre più frequentemente sono le mamme a scegliere di conciliare da sole lavoro e famiglia come imprenditrici.

Mi capita molto spesso nel mio lavoro di consulente alle pmi e alle start up di supportare imprese femminili, guardando i dati dell’’Osservatorio sull’imprenditoria femminile di Unioncamere in Italia le imprese a guida femminile sono 1 su 5 (oltre 1 milione 294mila – dato 2014), ma in base alle proiezioni entro il 2019 si arriverà addirittura al 29 per cento, quasi una su tre.

Oggi sono le donne stesse a scegliere per l’imprenditorialità e ancora di più a reinventarsi con una propria attività o professione come mamme.”

Perché decidere di mettersi in proprio per una mamma?

Purtroppo il mondo del lavoro italiano non agevola le donne: il tasso di occupazione femminile è fermo al 46,7% (a settembre 2014), uno dei più bassi d’Europa (dietro di noi c’è solo Malta).
Per non parlare di quando si diventa mamme. Asili e babysitter per niente economici e un sistema di welfare che non aiuta, fa scendere l’occupazione femminile in base ai figli.

Spesso la donna deve scegliere di restare a casa se non ha aiuti interni alla famiglia. Lo dicono le statistiche più figli si hanno più diminuisce l’occupazione femminile.

  • 1 figlio: meno cinque punti di occupazione femminile
  • 2 figli meno dieci punti
  • 3 figli meno 23 punti

In barba alle statistiche, diventare imprenditrici vuol dire crearsi da sole un proprio lavoro, diventare artefici della propria vita e costruire qualcosa che veramente ci appartiene.

Chi sono le mamme imprenditrici?

In America da tempo le chiamano mompreneur, sono donne con figli che ripensano a se stesse e al proprio futuro. Creano imprese prima start up e poi di successo o aprono partite Iva e lavorano. Non meno di prima, ma con orari e modalità diverse, gestendosi il tempo come meglio credono.

Donne che si reiventano tirando fuori un sogno nel cassetto, non ancora realizzato oppure mettono in piedi attività legate all’essere mamma sulla base della loro esperienza e delle mancanze che hanno provato a loro spese e che hanno capito che, visto che nessuno l’ha ancora pensato, è bene trasformare subito in opportunità di business.

Quali premesse per avere successo?

Per essere imprenditore di una start up di successo tra le proprie caratteristiche bisogna sicuramente avere la caparbietà: non arrendersi davanti alle prime difficoltà.
Fare squadra ed essere più socie sicuramente aiuta a farsi coraggio, ma ho visto start up che hanno avuto successo con alla guida donne sole, che hanno saputo essere tenaci anche nei momenti più difficili.

Altrettanto importante per accelerare i tempi dello start up e rientrare più velocemente dell’investimento, farsi affiancare da personale esperto per muovere i primi passi nella giusta direzione, pianificare il futuro della propria attività con un business plan e far si che la propria attività imprenditoriale si avvi dall’inizio con successo.

Qualche spunto per aiutarvi?

Se avete bisogno di capire la fattibilità della vostra idea, come trasformarla in un progetto imprenditoriale e con che strumenti, vi aspettiamo al nostro incontroAnche le mamme fanno impresa” giovedì 14/5 ore 20.30 presso il Centro Civico di Segrate.
Prenotatevi!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Vorrei prenotarmi per l'appuntamento: (inserire data e nome evento)

Telefono

 

No comments

GUARDA ANCHE...

SEGRATE 4/2: BILINGUE E’ MEGLIO!

Chi si ricorda quanta fatica abbiamo fatto per imparare da grandi questo benedetto inglese?!?! Ecco perché sarebbe forse il caso di dare un vantaggio ai ...